Asparagi, tutta salute

Asparagi 1

Gli asparagi sono un alimento che contengono pochissime calorie e hanno un effetto diuretico. Ricchi di potassio, un vero toccasana per il cuore e per la muscolatura di tutto il nostro organismo. Non si potrebbero mangiare quotidianamente in quanto hanno una rilevante concentrazione di acido urico. Dunque, è sconsigliato il consumo di asparagi in modo frequente a tutte quelle persone che soffrono di cistite, gotta oppure calcoli renali.

Asparagi 2

Alcuni piatti che possono essere realizzati per le nostre tavole sono crostini con pesto di asparagi e piselli, insalatona con asparagi, tagliatelle con asparagi e funghi e asparagi al forno con pomodori e ricotta. Gli asparagi sono conosciuti fin dai tempi antichi, come dagli egizi e dai Romani che coltivavano una vera e propria passione per questa verdura. Ne esistono di diverse specie, ma il colore non deve ingannare in quanto dipende dall’esposizione alla luce durante il periodo di coltivazione. Solitamente l’asparago bianco ha un sapore un tantino più delicato rispetto al classico verde. L’Italia, la nostra bella penisola, è il terzo produttore a livello europeo di asparagi, dopo la Germania e la Spagna. Occupiamo una buona posizione.

Quando l’asparago si compra fresco (si trova anche congelato), la punta deve essere intatta e chiusa e deve avere un colore acceso. Se ha queste caratteristiche, state acquistando un buon asparago. In cucina, può essere lessato oppure cotto al vapore. La punta è sempre più delicata e fragile, quindi per fare una buona cottura bisogna legarli in un mazzo e cuocerli in modo verticale, con la punta in su, fuori dall’acqua bollente. Una volta terminata la cottura, gli asparagi sono pronti da mangiare e si sposano bene con ogni tipo di piatto, dalle carni rosse a quelle bianche, con altre verdure come zucchine o carciofi, con il pesce e anche con il tartufo.

Asparagi 4

Le proprietà salutari sono molteplici. Gli asparagi sono diuretici, antiossidanti, ricchi di potassio e acido folico e di fibre. Contengono tanta acqua e vitamine del gruppo A, B e C. Inoltre, sono completamente privi di grasso e colesterolo. Forse, un piccolo disturbo che crea l’asparago è l’odore acre che dà a l’urina ed è dovuto all’espulsione, da parte del germoglio, dello zolfo.

(Visited 316 times, 1 visits today)
Precedente Fiori di Zucca, si sposano con gusto al palato Successivo Miracolo Eucaristico a Buenos Aires