Persuasione, accattivante tecnica di comunicazione

persuasione-3

Che cos’è la persuasione?

La persuasione è una comunicazione che tende a modificare l’atteggiamento o il comportamento di altre persone attraverso una conversazione convincente, un ragionamento ben costruito o mediante un linguaggio del corpo attraente. Lo scopo è di mettere chi ascolta, in uno stato d’animo particolare tale da fargli prendere la direzione suggerita. E’ una tecnica spesso utilizzata anche dai venditori di alcune aziende che riescono a convincere le persone ad acquistare specifici prodotti anche se non sono realmente necessari.

Uno dei mezzi di comunicazione di massa più persuasivi è certamente la televisione che è entrata nelle case in diretto contatto con le persone. Alcuni programmi tv o spot pubblicitari, ad esempio hanno capito di dover utilizzare dei simboli che inconsciamente possono attirare l’attenzione, toccando dei temi scottanti come il sesso o la violenza. Il tutto è lanciato al telespettatore, in pochi secondi. Immaginate la potenza di questa ambigua comunicazione? La persuasione è largamente utilizzata in differenti campi della vita quotidiana, anche se noi non ci rendiamo conto del bombardamento a cui siamo sottoposti.

persuasione-2

Se la persuasione viene utilizzata con etica e buona condotta può risultare un ottima arma. Nei combattimenti di lavoro, nelle amicizie e nell’amore, insomma nella vita in generale, possiamo avere successo se mettiamo in pratica alcune strategie per convincere chi abbiamo di fronte a mollare la presa. Innanzitutto per attuare una buona persuasione dobbiamo cercare di capire chi abbiamo di fronte. Dobbiamo quindi riuscire a conoscere ed ascoltare il nostro interlocutore per comprendere come poterci muovere in una conversazione. Se vogliamo portarlo a prendere una decisione che noi riteniamo opportuna, dobbiamo anche prenderci delle responsabilità. Un carico decisionale è un’attribuzione di potere che siamo disposti a impugnare. La nostra posizione dev’essere quindi orientata a diventare un leader.

Contraccambio

In altre parole, il nostro scopo sarà quello di ottenere che qualcuno faccia qualcosa per noi. Per riuscire a mettere una persona in questa condizione, è utile farlo sentire in debito nei nostri confronti. Per ottenere questo risultato dovete mettere in gioco la legge del contraccambio. Se noi offriamo e facciamo un favore per un soggetto, quest’ultimo si sentirà quasi in dovere di contraccambiare. Ad esempio se in un negozio di profumeria, l’addetta vendita regalerà con grande gentilezza dei campioncini o tester alla sua cliente, lei si sentirà tenuta a ritornare in quello store per acquistare un prodotto, anche solo per ricambiare la cortesia.

persuasione

Fiducia sociale

Per essere davvero persuasivi è necessario avere una buona dose di fiducia proveniente da un certo numero di persone. Se ci troviamo in un ambiente di lavoro, dove si opera in uno staff, è importante accattivarsi la fiducia di tutti, in modo tale da divenire un gruppo coeso. Se questo insieme di persone ti segue, ti chiede consigli e ti dà credito, allora avete fatto bingo. Un altro soggetto che noterà la tua credibilità all’interno del gruppo, in questo caso di lavoro, sarà automaticamente portato a darti fiducia.

Simpatia

Altro tassello importante per comunicare in modo efficace, è risultare simpatici. Avere simpatia da vendere, in determinati contesti, senza mai essere fuori luogo, può essere la chiave per ottenere consenso. Una persona sarà portata ad essere disponibile nei nostri confronti se siamo simpatici e cordiali. Attenzione, l’atteggiamento che consiglio, dovrà essere il più naturale possibile e mai forzato, altrimenti il destinatario si accorgerà della nostra falsità.

(Visited 68 times, 1 visits today)
Precedente Retorica, che cos’è e come nasce Successivo Vestirsi bene, l’immagine che vuoi trasmettere alla società